Negative SEO, consulenze e servizi per difendersi



Negative SEO, come difendersi




Combattere la SEO negativa




Come non essere vittima di un'azione di SEO negativa, le consulenza necessarie




Negative SEO, consulenze




Esiste una pratica scorretta che può danneggiare il vostro sito, la vostra visibilità online e mettere a rischio il vostro lavoro duramente conquistato. Ma non temete, siamo qui per darvi alcuni consigli su come difendervi dalla SEO negativa e proteggere il vostro sito dagli attacchi malintenzionati. 




Negative SEO, una tecnica scorretta


La SEO negativa, come suggerisce il nome stesso, è una tecnica scorretta che viene utilizzata per danneggiare i siti web dei concorrenti o degli avversari. Questa pratica sleale coinvolge l'uso di strategie non etiche per abbassare la visibilità e la reputazione online di un sito.

Gli attacchi di SEO negativa possono assumere diverse forme: 
  1. Spamming nei commenti, reazione deliberata e massiccia di link spam verso un determinato sito web, la diffusione intenzionale di contenuti duplicati o falsi sul web associati a quel dominio.
  2. Generazione di link tossici o artificiosi verso il sito bersaglio, 
  3. hacking del sito al fine di inserire contenuti dannosi o malware, come per es. tentativi mirati al sovraccarico dei server del target attraverso attacchi DDoS (Distributed Denial of Service).
  4. e molto altro ancora.

 Il risultato finale? Una penalizzazione da parte dei motori di ricerca che può portare alla perdita drastica del traffico organico e della posizione nelle SERP.

La domanda sembra essere: ma perché qualcuno dovrebbe dedicarsi a una pratica così meschina? 

Le ragioni possono essere molteplici: gelosia o invidia nei confronti del successo altrui, desiderio di eliminare la concorrenza o semplicemente cattiveria gratuita. 

Indipendentemente dalle motivazioni, è fondamentale riconoscere quando si è vittime della SEO negativa e prendere le giuste contromisure.

Fortunatamente esistono diverse soluzioni per difendersi dalla SEO negativa. La prima cosa da fare è monitorare costantemente il proprio sito web per individuare eventuali segni sospetti. Un'analisi dei backlink in entrata può aiutare a identificare collegamenti indesiderati provenienti da fonti non affidabili. Bisogna prestare attenzione agli aggiornamenti, cambiamenti imprevisti nel posizionamento delle parole chiave e controllare regolarmente la presenza di malware, quindi è anche fondamentale avere un sito e hosting sicuri.







SEO negativa alcuni esempi Agenzia web Ieros


Parlando con il dott. Giacomo Gallo dell'agenzia web Ieros, ci ha chiarito alcune fattispecie ed esempi.
Gli esempi potrebbero essere molti, e in alcuni casi è stato necessario agire tramite l'ufficio legale. 
In Italia la situazione a livello amministrativo rasenta il ridicolo, ma occorre come sempre avere pazienza.

Di solito i link negativi provengono da stati esteri ed è difficile capire chi l'abbia messo in atto.
Negli esempi sotto indicati vediamo circa 41000 link da un solo sito iraniano!


Negative SEO


Cosa è stato fatto? 

L'abbiamo segnalato a Google e poi abbiamo messo in atto tutte le procedure per difenderci.

Sotto vediamo altro sito con link numerosi, sempre da 3 siti dell'Iran. In questa occasione è stato possibile scrivere ai proprietari dei siti; anche se non è stato semplice, hanno risposto collaborando. Poi, comunque, sono state messe in atto azioni di autotutela molto tecniche.


SEO negativa


Essendo una web agency, hanno capito chi stava dietro a tali progetti meschini. Ovviamente, colui che l'ha attuata si trova ora in una situazione scomoda.




SEO negativa l'importanza di una consulenza


SEO negativa, un termine che spesso fa sobbalzare gli esperti di marketing digitale e i proprietari di siti web. Abbiamo visto che la SEO negativa è una tecnica scorretta utilizzata per danneggiare il posizionamento di un sito web sui motori di ricerca.

È importante capire l'importanza della consulenza quando si tratta di affrontare la SEO negativa. Un consulente SEO esperto può esaminare attentamente il tuo sito web e individuare eventuali attacchi o manipolazioni che potrebbero danneggiarlo. Questo tipo di analisi approfondita ti permetterà non solo di scoprire se sei stato vittima della SEO negativa, ma anche di adottare le contromisure necessarie per proteggere il tuo sito web.

La consulenza in materia è fondamentale perché consente ai professionisti del settore di monitorare costantemente l'andamento del tuo sito web e rilevare eventuali segnali sospetti o anomalie nei risultati dei motori di ricerca.

Una volta individuato un attacco alla tua strategia SEO, sarà possibile intraprendere azioni correttive immediate per ripristinare il posizionamento precedente del tuo sito sui motori di ricerca. La consulenza specializzata nel campo della SEO negative ti fornirà le conoscenze necessarie per difenderti da tali attacchi e garantire la sicurezza online del tuo business.

Affrontare la minaccia della SEO negativa richiede una solida base teorica ed esperienze pratiche nel campo dell'ottimizzazione dei motori di ricerca. Investire in una buona consulenza SEO è fondamentale per proteggere il tuo sito web


Quindi, se temi di essere stato vittima di SEO negativa, è fondamentale cercare una consulenza e dei servizi professionali per verificare la presenza di tali pratiche dannose. Una consulenza esperta come quella offerta dalla web agency Ieros, potrà analizzare attentamente il tuo sito web, individuando eventuali segni di attacchi o manipolazioni che possano influire negativamente sul posizionamento nei motori di ricerca.



È illegale fare negative SEO?


Sì, fare "negative SEO" è considerato illegale in molti paesi, compresa l'Italia. Il concetto di "negative SEO" si riferisce all'uso di pratiche scorrette e antietiche per danneggiare il posizionamento organico di un sito web nelle pagine dei motori di ricerca.

Il motivo principale per cui questa pratica è illegale è perché viola le linee guida imposte dai motori di ricerca come Google. Queste linee guida stabiliscono chiaramente che ogni forma di manipolazione del posizionamento tramite azioni negative o fraudolente non è tollerata.

Oltre alla sua illegalità, il ricorso al "negative SEO" può avere conseguenze gravi sulla reputazione. I siti web coinvolti possono subire penalizzazioni da parte dei motori di ricerca che vanno dall'inferiorità nella classifica fino all'esclusione totale dai risultati delle ricerche.

Per proteggersi dal rischio del "negative SEO", i proprietari dei siti devono rimanere vigili e adottare misure preventive quali monitoraggi regolari del proprio profilo backlink e della presenza online generale. In caso sospettino attività negative nei confronti del loro sito, è consigliabile segnalarlo immediatamente ai motori di ricerca competenti e richiedere una verifica accurata.

Il "negative SEO" costituisce un'azione illegale e immorale che viola le regole del gioco digitale. È fondamentale rispettare l'integrità delle pratiche SEO per garantire un ambiente online sano e competitivo.


Attraverso strumenti specifici e competenze approfondite nel campo della SEO, gli specialisti saranno in grado di identificare le cause delle fluttuazioni improvvise dei ranking o degli altri segnali che possono suggerire un'azione malevola ai tuoi danni. Grazie a queste informazioni dettagliate, si potranno adottare le giuste contromisure per difendersi dalla SEO negativa.

A questo link trovi molti suggerimenti e un modulo dove puoi rifiutare i link, ma se non sei un esperto potresti fare errori gravi per il tuo sito.

Occorre avere un monitoraggio continuo, svolto da esperti SEO come quelli della web agency Ieros, i costi del servizio partono da 60 euro per imprese di piccole dimensioni.


Richiedi una consulenza specializzata salvaguardando, il tuo progetto online, dagli attacchi esterni e mantenerlo al sicuro da qualsiasi tentativo maligno volto a danneggiarne la reputazione online.

Non sottovalutare l'importanza della tua presenza digitale: proteggila adeguatamente con una strategia efficace contro la SEO negativa.